Caterinetta*Tricottino*Tricotin*Spoolknitter: come ottenere un tubolare a maglia

Non so perchè ma oggi voglio riproporvi questo vecchio post che credo non abbia avuto al tempo la giusta attenzione visto che era uno dei primissimi post di questo blog


Il tubolare di maglia (cordone) si può realizzare con la vecchia caterinetta o tricottino, classico gioco dei bambini di una volta un po' passato di moda qua in Italia, con 2-3 ferri a due punte o con il tricotin (caterinetta-automatica).

Immagine di Spoolknitter, kit del 1939

Con i ferri il tubolare si può fare partendo da un minimo di 3 maglie:


-montare le maglie desiderate su un ferro a due punte
-1 f tutto rovescio, spostare il lavoro fino all'altra estremità del ferro e tirare il filo
-2 f tutto a rovescio se volete la maglia rasata esternamente, tutti i ferri a diritto per vedere esternamente il rovesio del lavoro o D/R se volete il punto legaccio
Ripetere 1 e 2 fino a raggiungere la lunghezza desiderata del cordoncino.
In base ai ferri usati e al tipo di filato si ottengono risultati diversi. Con 2 ferri si possono lavorare facilmente fino a 4-5 maglie se il filo non è molto grosso, altrimenti è meglio prendere un terzo ferro a due punte e distribuire le maglie su due ferri e lavorarle con il terzo!
Come si nota dalla foto qua sotto in base al punto usato si ottiene un diverso effetto, con il punto legaccio si ha in pratica una spirale continua mentre se si tessono *2 o più ferri a rovescio, 1 a diritto* si ottengono dei segmentini a maglia rasata intervallati dalla maglia a rovescio che fanno assomigliare il cordone a una canna.

Qua trovate un video in spagnolo che spiega come usare i varri ferri per creare un tubulare

La caterinetta è essenzialmente fatta da un tubo con all'estremità dei chiodini o dei gancini dove fermare le maglie.
Il numero di aghi non è fisso a 4, se ne posson fare di 3, di 5 di 7 o quanti ne volete, in giro si trovano anche i mega tricotin! Crea Pwet ci presenta delle foto dove spiega i vari passaggi mentre Dueendi ci mostra in un video come fare.

Foto di Samii
Come fare la propria caterinetta!!
Esiste pure un metodo artigianale per creare una caterinetta e Fantasilandia ce ne fa un esempio, serve per lavorare lane grosse!!
Qualsiasi supporto circolare bucato dove possano esser inseriti i "chiodi-gancini" può andar bene, su Spoolknitter mostrano come farle vintage.
Liliana nel suo blog ha dedicato una sezione intera ai telari di tutte le forme, in un post spiega le basi comuni a tutti i teali e poi dedica una pagina a ogni telaio, ecco quella per la caterinetta!


Sul sito Tricotin.com c'è anche un tutorial per realizzare un tubolare usando solo le dita!!



Il tricotin automatico è una simpatica macchinetta che permette di realizzare un tubolare a maglia con il minimo sforzo. Funziona con il solito meccanismo delle macchine meccaniche per fare la maglia. Ruotando la manovella i 4 aghetti girano e prendono il filo; un pesetto, fornito con il tricottino, attaccato all'inizio del filo ha il compito di trascinare in basso il cordone che si forma permettendo così alle maglie di formarsi. Gli aghetti sono standard quindi il calibro della lana deve stare entro un certo range. In base al diametro della lana si formano maglie più o meno larghe ed è per questo che il cordone ottenuto può avere una diversa consistenza, elasticità o cedevolezza in base al tipo di filato usato. Se la lana è un po' grossetta il pesetto apposito fa fatica a far scorrere e tirare il cordone e la lavorazione è rallentata nonchè ci posson esser dei punti saltati e imperfezioni. Aumentando il peso e diminuendo la velocità con cui si gira la manovella si ottengono dei risultati migliori, a volte però è necessario tirare manualmente il cordoncino anche a ogni giro. Nella prima foto ci sono cordoncini fatti con diversi tipi di filati!!

Simona nel suo blog ci presenta una serie di video tutorial per imparare a usare il tricotin.

Dove trovarli
La caterinetta classica la si può trovare nelle mercerie specializzate, lanerie o direttamente su ebay facendo una ricerca con la parola "tricotin"
Il tricotin automatico lo trovate sia su Hobbydonna, su Lemercerie e su Tombolo disegni. I prezzi cambiano e anche le spese di spedizione.

Curiosità
Spoolknitter: da spool = rocchetto di filo e knit = maglia
Knitter knob: knob = manopola
Tricotin: dal francese tricoter = fare la maglia
Caterinetta (liberamente preso da wikipedia): L'etimologia del termine si deve probabilmente all'appellativo caterinetta (vezzeggiativo di Caterina) utilizzato in Francia(catherinette) ed in Piemonte come sinonimo di sartina e giovane donna da marito (derivato da santa Caterina di Alessandria, protettrice delle apprendiste sarte)

6 commenti:

antonella ha detto...

Grazie per aver ripubblicato il post, in affetti merita ed io me l'ero perso! Ho visto dei meravigliosi scaldacollo fatti con i cordoni, quasi più collane che scaldacollo..

bilibina ha detto...

Bello, io l'avo letto ma fa bene un ripasso, ciao!!

kilara ha detto...

Io ho il tricotin a manovella e sono l'unica impedita al mondo che riesce a usarlo!!!Forse usavo la lana sbagliata,ci riproverò!!!

daniela ha detto...

grazie proverò

Alessandra ha detto...

Si può fare anche con l'uncinetto! Lo sapevate!!!!

rita ha detto...

il tubolare di doris chan e' meraviglioso sto provando a farlo da svariato tempo ma mi viene piatto sono disperata si puo' fare un video per capire esattamente i passaggi? ringranzio infinitamente rita.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...